Le nostre attività

EQUITAZIONE DI CAMPAGNA

Con questa definizione si intendono tutte quelle attività equestri che vengono appunto svolte in campagna e che si basano sul rapporto uomo, cavallo, ambiente. Queste attività hanno delle origini molto antiche, motivo per cui alcune di esse sono particolarmente diffuse sia come attività amatoriali che come discipline sportive.

TREKKING Scopo fondamentale della pratica del Trekking è avvicinare e conoscere la natura, rispettandola e tutelandola. Ripercorrere a cavallo antichi sentieri ed importanti vie di comunicazione ci da la possibilità di praticare sport ispirandoci alla nostra storia ed alle nostre tradizioni. I percorsi su sentieri e strade sono molto vari e vengono predisposti in relazione al territorio ed al grado di preparazione dei cavalieri. Premesse indispensabili per questa attività sono l’allenamento del cavaliere e del proprio cavallo, essere in buone condizioni di salute e di integrità.

ORIENTEERING La disciplina dell’Orienteering, che vuol dire “orientarsi”, consiste nel percorrere a cavallo nel minor tempo possibile o in un tempo prestabilito, un percorso segnato su una carta topografica, muniti solo di bussola. Pertanto in questa specialità bisogna essere in grado di gestire le andature ed avere una buona capacità di valutazione per decidere quale sia il percorso migliore in considerazione delle capacità fisico tecniche e della preparazione atletica del proprio cavallo.

ENDURANCE L’Endurance (denominato anche Fondo equestre) è una specialità di origine militare, ispirata ai rapidi ed impegnativi spostamenti dei reparti a cavallo. Le gare di Endurance si dividono in due categorie: le velocità da 90 a 160 chilometri in un solo giorno e le regolarità, da 20 a 60 km. L’obiettivo è quello di portare a termine la prova nel giusto tempo per le categorie di regolarità, o nel minor tempo possibile, per le categorie di velocità. Prioritaria è la tutela del cavallo, affidata a Veterinari i quali lo sottopongono a visita accurata (battito cardiaco, mucose, intestino, riempimento capillare, disidratazione, andatura), stabilendone l’idoneità inizialmente a partecipare e successivamente a continuare la competizione. La frequenza cardiaca e quindi la condizione atletica del cavallo, ha una rilevanza anche ai fini della classifica. Inoltre sono previste soste obbligatorie di almeno 30 minuti per ogni fase, prima che il cavallo intraprenda la fase successiva. In tal modo il cavallo ha tempo per potersi rilassare, nutrire e recuperare parte dello sforzo.